Caffetteria

This content requires HTML5/CSS3, WebGL, or Adobe Flash Player Version 9 or higher.

Arch. Nazzareno Guarducci angfoto@angfoto.it

LA CAFFETTERIA DEL FUNARO

Questa non è una Caffetteria”, direbbe Magritte. Ci sono tavoli e sedie, una cucina, un pianoforte, libri e riviste negli scaffali, una luce calda e un’atmosfera accogliente, si possono gustare piatti prelibati “fatti in casa”, della tradizione toscana e non, a cena e a merenda, si possono organizzare banchetti di compleanno, di nozze, fra colleghi, fra amici, a due.

Eppure non è una Caffetteria come le altre, lo dicono per primi Paolo e Lia, i cuochi del Funaro: è la pancia e le papille gustative di un progetto teatrale.

Da ogni spazio, la Biblioteca, gli uffici, la residenza, il magazzino, il Giardino Segreto, parte una linea che conduce al palcoscenico: ogni linea è un’attività che sostiene ed è sostenuta da ciò che “va in scena”, che si tratti di uno spettacolo, di un laboratorio, di una residenza artistica.

La Caffetteria è il primo luogo che si incontra entrando al Funaro, lì pranzano gli artisti ospiti, lì si scelgono gli spettacoli e si fanno molte riunioni, lì si scappa dalle riunioni troppo lunghe negli uffici, lì fanno merenda i bambini mentre ascoltano le favole raccontate da un attore, lì cenano gli spettatori e anche chi non ha visto lo spettacolo né ne vedrà ma tutti, assaggiando qualche prelibatezza da un menù che cambia una volta al mese, qui possono vivere un’esperienza culinaria che sa della stessa cura che un regista mette nella sua creazione. E forse, proprio nello stesso momento, il regista lo si può sentire in prova, con i suoi attori, dalla sala accanto.

____________________________________________________________________


COSA SI MANGIA QUESTO MESE AL FUNARO?

Giovedì 12 settembre
Risotto al Castelmagno con granella di nocciole
Pollo alla cacciatora
Verdure di stagione
Dolce della casa

Venerdì 13 settembre
Topini fatti a mano conditi con salsa di pomodorini pachino
Spezzatino di manzo con fagiolini serpenti
Verdure di stagione
Dolce della casa

Sabato 14 settembre
Ravioli verdi fatti a mano conditi con burro e salvia
Peposo della Lia
Verdure di stagione
Dolce della casa

Giovedì 19 settembre
Tagliatelle stese a mano condite con ragù di cinta senese
Arista e Coniglio disossato al forno
Verdure di stagione
Dolce della casa

Venerdì 20 settembre
Tagliatelle verdi fatte a mano con olio EVO aromi freschi e scorza di limone
Pollo fritto della Lia
Verdure di stagione
Dolce della casa

 

Sabato 21 settembre
Tagliatelle stese a mano condite con ragù di chianina
Tenero tegamaccio di tacchino alle erbe
Verdure di stagione
Dolce della casa

 

Giovedì 26 settembre (serata vegetariana)
Cappellacci di zucca fatti a mano conditi con burro e salvia
Strudel di verdure di stagione
Verdure di stagione
Dolce della casa

 

Venerdì 27 settembre
Pappardelle fatte a mano sull’anatra
Lombatine di maiale alle erbe aromatiche con pomodorini pachino
Verdure di stagione
Dolce della casa

 

Sabato 28 settembre
Tagliatelle verdi fatte a mano condite con fonduta di formaggi e nocciole
Stracotto al “Morellino di Scansano Docg”
Verdure di stagione
Dolce della casa

____________________________________________________________________

MENU’ FISSO 20 EURO  BEVANDE ESCLUSE

Si accettano cene su prenotazione anche in giorni diversi dal giovedì venerdì e sabato.

In questa cucina vengono utilizzate spezie, oli, crostacei, prodotti in guscio, farine e prodotti che contengono glutine e glutammato.

Chi desiderasse un menù alternativo, vegetariano per esempio, è pregato di comunicarlo alla cucina almeno 24 ore prima del pasto tel. 0573 977225