scrittura

SCRITTURA

SCRITTURA

IL TESTIMONE

a cura di Gianni Cascone

Il laboratorio si rivolge a tutti coloro che desiderano coltivare la scrittura come espressione personale e ambito di confronto culturale. Scrivere è un atto espressivo ma richiede anche strumenti e percorsi artigianali. Dunque i partecipanti troveranno nel laboratorio l’occasione per coltivare la propria espressione e affinare il proprio talento letterario che sarà coltivato nella sua assoluta unicità e differenza.

In questa sessione gli autori partecipanti saranno invitati a scrivere dei racconti, di fantasia o di memoria. Ogni racconto metterà in scena dei personaggi, un’ambientazione e affronterà una tematica: uno di questi elementi sarà raccolto e sviluppato in maniera differente da un altro autore (o da altri autori) come se, appunto, raccogliesse il testimone in una ideale staffetta narrativa. Alla fine del lavoro nascerà una raccolta di testi fortemente coesa, una ragnatela di significati e di storie che rimanderanno gli uni agli altri in un vero e proprio ipertesto letterario.

Il laboratorio avrà inizio mercoledì 10 ottobre 2018 e si concluderà a fine maggio 2019.

LA PRIMA LEZIONE E’ APERTA E GRATUITA

Orario: Mercoledì  20.00 – 22.00

 

Costo: 50 € mensili oltre 45 € di tesseramento annuale

 

GIANNI CASCONE

Gianni Cascone, scrittore e regista di Bologna, è uno dei capostipiti della formazione alla scrittura letteraria in Italia. Nel 1991 ha fondato il Laboratorio di Scrittura Grafio, una delle più interessanti esperienze in Italia presa a modello alternativo alla Scuola Holden (Convegno al Salone del Libro di Torino 1996). Fra il 1999 e il 2010 ha organizzato il Festival Internazionale di Letteratura Forme del Narrare, curando diverse pubblicazioni fra cui Grafio, De-scrittura 1 (DeriveApprodi 1999) e Lungo la strada scritta (Fernandel 2004). I laboratori più importanti che conduce a livello nazionale sono quello di Pistoia, presso il Centro Culturale Il Funaro – che ha dato vita agli autori collettivi Immagici e Pistores –, quello di San Lazzaro di Savena (Bologna) – che ha dato vita all’autore collettivo IndiMondi – e quello di Taggia (Imperia) che ha dato all’autore collettivo Banchéro. Questi collettivi hanno pubblicato rispettivamente  i romanzi Valdrada (2017), Trailer. Una settimana di cinema a San Lazzaro (2013) e Hotel de Ville (2017) e Quello che non sei (2013) Ciapa Scioira (2016) editi da Giraldi nella collana ScritturaCollettiva.

Fra i suoi libri il romanzo Quadrante Nord (Manni 2004), il saggio Un treno che attraversa la democrazia: generazione di un’opera, l’opera di una generazione (CLUEB 2013) e la raccolta di racconti sui luoghi La coda dell’occhio (Giraldi 2016).